domenica 17 aprile 2016

LA PAUSA



L'attesa apparteneva al suo ritmo di vita in maniera così profonda...
Il tempo dell'attesa era fatto di momenti, di minuti
o anche di ore di pace,
attimi di sospensione,
in cui in genere era sola con se stessa.
E lei aveva bisogno di quelle pause per prepararsi a qualcosa di nuovo,
a un cambiamento.
(Jan Philipp Scender, L'arte di ascoltare i battiti del cuore)



Nessun commento:

Posta un commento